Windows 10 1903 - Novità

Le novità di Windows 10 1903

Windows 10 1903 [19H1] è stato finalizzato ad aprile 2019, ma di questa novità hanno potuto beneficiare solamente i partecipanti al programma di Windows Insider per circa due mesi, allo scopo di individuare eventuali criticità prima del debutto ufficiale in tutto il mondo.

È solo dal 22 Maggio 2019, infatti, che la nuova versione di Windows 10 è stata resa disponibile a tutte le persone che ricercano attivamente gli aggiornamenti del sistema operativo, banalmente andando su:
Start -> Impostazioni -> Aggiornamento e sicurezza -> Controlla aggiornamenti.
Ma andiamo a guardare insieme le novità di Windows 10 1903.

Informazioni sulla versione

Dopo tutti i nomi attribuiti alle precedenti versioni del sistema operativo di casa Microsoft, come Threshold o Redstone, questa è semplicemente chiamata 19H1, che significa “prima metà del 2019”. Il nome completo, invece, è “Windows 10, Aggiornamento di Maggio 2019” e la versione è, come da titolo dell’articolo, 1903 (19 – anno, 03 – mese) nonostante lo sviluppo si sia concluso ad Aprile e la disponibilità per il pubblico in tutto il mondo è arrivata solo verso fine Maggio. La mia, seppur inutile, considerazione è che, formalmente, sarebbe stato più corretto attribuire alla nuova versione il contatore 1904. Tornando a noi, il progressivo di build di Windows 10 1903 (RTM) è 18362.

Novità sull’installazione

C’è una novità che caratterizza unicamente questo aggiornamento rispetto a tutti gli altri distribuiti negli anni passati: non è automatico!
Microsoft, infatti, ha deciso di lasciare agli utenti di Windows 10 la scelta di procedere all’upgrade o di mantenere la versione corrente. Nella schermata di Windows Update, per l’appunto, vedremo che il sistema operativo ci segnalerà la disponibilità dell’aggiornamento senza però procedere all’installazione, come invece è sempre avvenuto automaticamente con le precedenti versioni.

Ecco come appare la schermata di Windows Update dopo aver trovato l’aggiornamento a Windows 10 1903 disponibile

Windows Sandbox

Ecco una delle novità più sensazionali della nuova generazione del sistema operativo: sto parlando di Windows Sandbox.
Per chi non lo sapesse, nella sicurezza informatica è definita Sandbox un meccanismo che permette di eseguire applicazioni potenzialmente dannose o non, in un’ambiente isolato. Ecco dunque che Windows Sandbox è un’area virtuale e protetta, isolata dal sistema operativo, in cui è possibile installare liberamente qualsiasi tipo di software senza incombere in alcun rischio. Forte, eh?

Il nuovo tema di Windows 10

Avete già eseguito l’aggiornamento alla versione 1903 di Windows 10? Allora avrete sicuramente notato che, a differenza di tutte le precedenti versioni il cui tema base prediligeva i colori scuri (specialmente lo sfondo desktop di default), in questa versione viene introdotto un piacevolissimo tema chiaro, con tanto di remake dello sfondo desktop di default che, al contrario di quello delle scorse edizioni del sistema operativo, è sicuramente più moderno e dotato di colori più vivaci.

Ecco come si presenta il remake dello sfondo Desktop default di Windows 10

Nuovo menù Start

L’indicizzazione delle versioni precedenti di Windows 10 era limitata alle “cartelle speciali“, quelle predefinite dell’utente e poche altre cartelle aggiunte alle Raccolte. Ebbene, dalla versione 1903 è possibile attivare l’indicizzazione dei files su tutto il pc. Come? Basta andare su:
Start -> Impostazioni -> Ricerca -> Ricerca in Windows in corso -> Avanzata.
La prima indicizzazione richiederà un po’ di tempo, che varia ovviamente in base alle prestazioni del disco del vostro computer. Dopo la prima volta, il Sistema manterrà l’indicizzazione aggiornata periodicamente, velocizzando notevolmente i tempi.

Login senza inserire password

In realtà, esistono già diverse tecnologie in grado di eseguire l’autenticazione sul proprio computer senza la necessità di inserire una password, addirittura possiamo evitare di impostarla ma a discapito della sicurezza dei nostri dati e documenti. La novità, in questo caso, sta nel fatto che il login viene eseguito con il nostro Account Microsoft, nello specifico ci viene inviato un codice di autenticazione sul telefono associato al nostro account. Successivamente è possibile accedere con il PIN o, se dotati delle apposite periferiche, anche con il riconoscimento facciale o con l’impronta digitale.

Aggiornamenti automatici? STOP!

Le novità di Windows 10 1903 si estendono, ovviamente, anche sul piano degli aggiornamenti. È sempre stato un argomento molto contestato dagli utenti di Windows quello dell’impossibilità di bloccare gli aggiornamenti automatici, specialmente nell’edizione Home. Questa volta Microsoft ha deciso di allentare la presa e, proprio con questa nuova versione, Windows Update darà la possibilità di sospendere tutti gli aggiornamenti fino a 35 giorni. Per quanto riguarda, invece, le edizioni Pro ed Enterprise, Microsoft ha rimosso l’opzione che consentiva di scegliere se aderire al canale semestrale (mirato) o, al più conservativo, canale semestrale che posticipava l’installazione delle nuove build.

Conclusioni

Ebbene in questo articolo abbiamo visto solamente alcune, direi le più importanti, delle novità che vedremo nella versione 1903 di Windows 10.
Tra il design rinnovato, funzionalità aggiunte e altre deprecate, direi che il mix ha portato senz’altro questa nuova versione di Windows 10 ad un livello notevolmente superiore rispetto alle precedenti versioni.
E voi, l’avete già provata?

Se vuoi supportare anche tu il sito Tech Easy, puoi fare una donazione con PayPal tramite l’apposito bottone qui sotto o cliccando direttamente QUI.

Vuoi fare una donazione a Tech Easy?
Vuoi fare una donazione a Tech Easy?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.